Archivio per marzo, 2010

Ex nihilo

Pubblicato: 9 marzo 2010 in Riflessioni
Tag:

“Dipendiamo totalmente dalle banche commerciali. Qualcuno deve prendere
in prestito ogni dollaro che è in circolazione, contante o credito. Se le banche creano denaro sintetico in grande quantità noi siamo ricchi, altrimenti moriamo di fame. Siamo assolutamente privi di un sistema finanziario permanente. Quando si arriva ad avere un quadro completo della situazione, la tragica assurdità della nostra situazione disperata sembra quasi incredibile, ma di fatto è¨ così. E’ la materia più importante su cui dovrebbero investigare e riflettere le persone intelligenti. E’ così che la nostra attuale civiltà potrebbe crollare, a meno che non si arrivi a una maggiore comprensione del fenomeno e non si adottino al più presto le misure necessarie” – Robert H. Hemphill, ex dirigente Federal Reserve di Atlanta –

Corporatocrazia

Pubblicato: 5 marzo 2010 in Conoscenza-Filosofia

La scatola delle illusioni

Pubblicato: 5 marzo 2010 in Riflessioni

Visione alternativa

Pubblicato: 5 marzo 2010 in Riflessioni

Il cambiamento è a portata di mano, bisogna solo abbandonare le paure. Ci hanno fatto credere che l’attuale modello di vita sia l’unico – il lavoro, i soldi, le leggi, la proprietà ecc. – e siamo talmente privi d’immaginazione da non vedere oltre. La terra non è una proprietà solo di alcuni “prvilegiati”… noi siamo della terra e la Terra siamo noi, perché da essa proveniamo… montagne colline pianure fiumi laghi esistevano ancora prima della comparsa dell’uomo, discutere su di chi sia la Terra è come vedere due pulci che litigano sulla proprietà del cane!  A tal proposito mi piace fare riferimento ad una riflessione:
“La terra, nel suo stato naturale e incolto era, e sempre dovrebbe continuare ad essere, proprietà comune della razza umana (aggiungerei animali e vegetali). Non appena la terra viene coltivata, il valore del miglioramento, e solo quello senza il terreno su cui giace, è da considerare proprietà individuale. Ciascun proprietario di terreni coltivati deve corrispondere alla comunità un affitto ..a tutte le persone, ricche o povere.. perché questo soggiace all’eredità naturale che, come di diritto, spetta ad ogni uomo, al di sopra della proprietà che egli possa aver creato o ereditato da quelli che l’hanno fatta.”-Thomas Paine-