Oscar Wilde


  • La cultura è una cosa lodevole. Ma di tanto in tanto meglio ricordare che nulla che valga la pena sapere può essere insegnato.
  • Non c’è nessun peccato, tranne la stupidità.
  • La differenza tra la letteratura e il giornalismo? Il giornalismo è illeggibile e la letteratura non è letta.
  • L’ozio è il segreto della perfezione e il fine della perfezione è la giovinezza.
  • Il vizio supremo è la superficialità.
  • Il vero mistero del mondo è ciò che si vede, e non l’invisibile.
  • L’ambizione è l’ultimo rifugio del fallito.
  • Il mistero dell’amore è più grande che il mistero della morte.
  • E’ un peccato che noi teniamo conto delle lezioni della vita solo quando non ci servono più a niente.
  • C’è solo una cosa al mondo peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di sé.
  • Meglio essere protagonisti della propria tragedia che spettatori della propria vita.
  • L’esperienza non ha alcun valore etico: è semplicemente il nome che gli uomini danno ai propri errori.
  • Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni.
  • L’unico modo per liberarsi di una tentazione è cedervi.
  • Vivere è la cosa più rara del mondo. Molta gente esiste, ecco tutto.
  • Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero.
  • Bisogna sempre giocare onestamente quando si hanno le carte vincenti.
  • …e mentre anche se costretto a chiedere la carità, un uomo può essere e rimanere libero, nessuno mai può essere libero se costretto a essere simile agli altri.
  • Un riso sempiterno è molto più stucchevole di un cipiglio continuo. Quello spazza via ogni possibilità; questo ne suggerisce mille.
  • Finché la guerra sarà considerata una cosa malvagia, conserverà il suo fascino. Quando sarà considerata volgare, cesserà di essere popolare.
  • Oggi si conosce il prezzo di tutte le cose ed il valore di nessuna.
  • L’ambizioso deve sempre lottare contro la sua epoca con le armi proprie a quell’epoca. La nostra epoca ha il culto della ricchezza. Il dio di questo secolo è l’oro. Per riuscire occorre ricchezza. Ad ogni costo bisogna essere ricchi.
  • E’ una fatica da cani oziare. Ma non protesto contro la fatica purché miri ad uno scopo preciso.
  • Gli eletti sono coloro per i quali le cose belle significano soltanto bellezza.
  • Coloro i quali trovano nelle cose belle significati brutti sono corrotti senza essere attraenti. Questo è una colpa. Coloro i quali trovano nelle cose belle significati belli sono persone colte. Per questi c’è speranza.
  • La moda è una forma di bruttezza così intollerabile che siamo costretti a cambiarla ogni sei mesi.
  • Il denaro è come le donne; per tenerlo bisogna occuparsene.
  • Adoro i partiti politici: sono gli unici luoghi rimasti dove la gente non parla di politica.
  • Se un po’ di sincerità è pericolosa, molta sincerità è addirittura fatale.
  • Non si può dire che un’atmosfera di alta moralità sia molto propizia alla salute o alla felicità.
  • Al mondo non esistono persone buone e persone cattive le persone o sono interessanti o sono noiose.
  • Ogni volta che la gente è d’accordo con me provo la sensazione di avere torto.
  • Niente ottiene successo come l’eccesso.
  • Un bacio può rovinare la vita.
  • Al giorno d’oggi i giovani immaginano che i soldi siano tutto, e quando diventano vecchi scoprono che è così.
  • Una cosa di cui non si parla non è mai esistita.
  • Non si è mai abbastanza attenti nella scelta dei propri nemici.
  • La puntualità è il ladro del tempo.
  • La vita non è altro che un brutto quarto d’ora, composto da momenti squisiti.
  • Gli errori fatali della vita non sono dovuti al fatto che l’uomo sia un essere irragionevole: un momento di irragionevolezza può essere il nostro momento più alto. Sono dovuti al fatto che l’uomo è un essere logico.
  • l male non è che fuori si invecchia, è che molti rimangono giovani dentro.
  • L’unica differenza tra un capriccio ed una passione che dura una vita è che il capriccio dura un po’ più a lungo.
  • Una maschera racconta più di un volto.
  • La felicità di un uomo ammogliato dipende dalle donne che non ha sposato.
  • Val sempre la pena di fare una domanda, ma non sempre di darle una risposta.
  • Non esistono libri morali o libri immorali. I libri sono solo scritti bene e scritti male: nient’altro.
  • I figli cominciano con l’amare i propri genitori. Dopo un po’ li giudicano. Raramente, se non mai, li perdonano.
  • Un pompelmo è un limone che ha avuto un’opportunità e ne ha approfittato.
  • Un uomo può essere perdonato se fa una cosa utile, a condizione che non l’ammiri. L’unica scusa per colui che fa una cosa inutile è che egli l’ammiri intensamente.
  • Tutti gli uomini sono dei mostri; non c’é altro da fare che cibarli bene: un buon cuoco fa miracoli.
  • Le donne non hanno mai niente da dire, ma lo sanno dire così bene!
  • Le donne, secondo alcuni, amano con gli orecchi, proprio come gli uomini amano con gli occhi; se pur tuttavia amano.
  • L’unico modo di comportarsi con una donna è fare l’amore con lei se è bella, o con una sua amica se è brutta.
  • Finché una donna riesce ad avere l’aria di essere dieci anni più giovane della propria figlia, codesta donna è felice.
  • Date alle donne occasioni adeguate ed esse possono far tutto.
  • Diffida di una donna che dice la sua vera età, una donna così è capace di tutto.
  • Le donne ci vogliono bene per i nostri difetti: se ne abbiamo una quantità sufficiente, accettano tutto, anche la nostra intelligenza.
  • Le donne sono fatte per essere amate non per essere comprese.
  • Una donna che non riesce a rendere affascinanti i suoi errori, è solo una femmina.
  • Spesso le donne hanno il bene, se ne allontanano in cerca del meglio, trovano il male e se ne accontentano per paura del peggio.
  • Mi piacciono gli uomini che hanno un futuro e le donne che hanno un passato.
  • Fateci caso: gli uomini che fanno la morale sono quasi sempre degli ipocriti, e le donne che fanno la morale sono invariabilmente quelle più brutte.
  • Senza la ricchezza è vano essere un ragazzo simpatico.
  • Gli uomini vorrebbero essere sempre il primo amore di una donna. Questa è la loro sciocca vanità. Le donne hanno un istinto più sottile per le cose: a loro piace essere l’ultimo amore di un uomo.
  • Sono sempre stato del parere che un uomo che desidera sposarsi dovrebbe sapere tutto o nulla.
  • Al giorno d’oggi è cosa molto pericolosa per un marito usare, in pubblico, riguardi per la propria moglie: ciò fa sempre pensare alla gente che egli la bastoni nell’intimità. Tanto grande è l’incredulità del mondo per ciò che ha apparenza di felicità coniugale.
  • Nessun artista è mai morboso. L’artista può esprimere qualsiasi cosa.
  • Nessun grande artista vede mai le cose come sono veramente. Se lo facesse smetterebbe di essere un artista.
  • La divergenza di opinioni a proposito di un’opera d’arte dimostra che l’opera è nuova, complessa e vitale. Allorché i critici son discordi, l’artista è d’accordo con se stesso.
  • Pensiero e linguaggio sono per l’artista strumenti di un’arte. Vizio e virtù sono per l’artista materiali di un’arte.
  • Tutta l’arte è perfettamente inutile.
  • E’ lo spettatore, non la vita, che l’arte, in realtà, rispecchia.
  • Nessun artista prova simpatie di ordine etico. Una simpatia etica in un artista è un’imperdonabile affettazione stilistica.
  • Con l’amore non si fa commercio al mercato. La sua gioia, come la gioia dell’intelletto, è di sentirsi vivo. Lo scopo dell’amore è amare né più, né meno.
  • L’arte stessa è una forma di esagerazione.
  • L’arte non esprime altro che se stessa.
  • L’arte è la più intensa manifestazione d’individualismo che l’uomo conosca.
  • L’arter non deve mai tentare di farsi popolare. Il pubblico deve cercare di diventare artistico.
  • Dal punto di vista della forma il prototipo di tutte le arti è l’arte del musicista. Dal punto di vista del sentimento il prototipo è l’arte dell’attore.
  • La vita morale dell’uomo costituisce per l’artista una parte del soggetto, o materia; ma la moralità dell’arte consiste nell’impiego perfetto di un mezzo imperfetto.
  • Tutta l’arte è a un tempo superificie e simbolo. Coloro che penetrano al di sotto della superficie lo fanno a loro rischio e pericolo. Coloro che interpretano il simbolo lo fanno a proprio rischio e pericolo.
  • L’arte è la più intensa manifestazione d’individualismo che l’uomo conosca.
  • Rivelare l’arte e celare l’artista è la méta dell’arte.
  • Nessun artista desidera dimostrare alcunché. Anche le cose vere possono essere dimostrate.
  • Il critico è colui che può tradurre in una maniera diversa o in un materiale nuovo l’impressione che le cose belle suscitano in lui.
  • La più alta e la più bassa forma di critica sono entrambe una maniera di autobiografia.
  • Vi è una sola cosa peggiore dell’ingiustizia: la giustizia senza la spada in mano. Quando il diritto non è la forza è male.
  • La musica è il genere di arte perfetto. La musica non può mai rivelare il suo segreto più nascosto.
  • L’artista è creatore di cose belle.
  • Una rosa rossa non è egoista perché vuole essere una rosa rossa. Sarebbe terribilmente egoista se volesse che i fiori del giardino fossero tutti rossi e tutte rose.
  • I parenti sono soltanto una banda di noiosi, totalmente sprovvisti di savoir vivre, e altrettanto inetti per quanto riguarda la scelta del momento di morire.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...